:::L'indi(e)fferente::: /> Too Cool for Internet Explorer
04 maggio 2006
Ma ve li ricordate...#2
Ieri Alfredo ha commentato il mio post sugli Zwan. E io condivido tutto quello che ha detto su Corgan. Il suo album l'ho ascoltato, a parte 2 o 3 brani per il resto è puro pattume. Mi hanno detto che al concerto che ha fatto a Milano alcuni vecchi fans l'hanno pure fischiato! So che ha scritto un libro di poesie, che ha passato parecchio tempo a fare dei reading in giro...con scarso successo. Adesso i Pumpkins ritornano, senza D'Arcy e senza Iha, ma con la ormai collaudata Auf Der Maur e un amico di Jimmy (che nel vecchio post ho erroneamente chiamato Matt) alla chitarra. Come andrà non lo so. Alla fine il disco solista di Chamberlin era pure bellino, basta aspettare un pò e sapremo che fine sono destinati a fare!
In compenso, ho trovato una intervista su un sito italiano,in cui Billy dà la sua versione sulla fine degli Zwan :

Che cosa è successo agli Zwan?

Che è successo con gli Zwan? Quello che mi chiedo più spesso io è, ‘Cosa non è successo con gli Zwan’? È stato un incubo rock’n’roll concentrato in circa sei mesi.

Ci interessava sapere come mai, dopo averlo caricato di tantissime aspettative, il gruppo sia durato così poco…

La cosa interessante degli Zwan è che sono nati da un gruppo di amici che suonavano assieme. Abbiamo fatto alcuni concerti ed erano andati bene, abbiamo pensato di fare anche un disco. Sono successe diverse cosa da quando il gruppo è stato formato, era stato Matt (Sweeney – NDR) a mettere insieme in gruppo e ci conoscevamo da molto tempo e poi c’era anche Jimmy (Chamberlin – NDR) che aveva fatto parte dei Pumpkins. Abbiamo avuto fiducia in Matt, ma le altre persone che ha portato nel gruppo erano molto vicine alla sua idea di band. Non sapevamo che c’erano di mezzo storie di droga e altre storie losche. Pensavamo di dover suonare con un certo tipo di persone, ma più passava il tempo più cresceva la pressione: abbiamo scoperto che le persone con cui avremmo dovuto suonare non erano quelle che avevamo in mente. È stato un po’ come pensare di iniziare una relazione con una persona e credere di essere l’unico per poi scoprire alla fine che questa persona ha 45 partner! Quello che era legato alla credibilità della relazione è stato messo in discussione. Quando l’uso di droghe è diventato eccessivo per me e Jimmy è stato un incubo, poi c’erano due del gruppo per i quali certe storie di sesso erano più importanti dello stesso gruppo, anche se sapevano benissimo che questo avrebbe rovinato l’armonia. C’era uno che se la faceva con la fidanzata del produttore mentre stavamo facendo il disco e gente dalla mentalità hippy a cui non fregava niente dei soldi, ma che ne spendevano un sacco ogni sera facendo sì che sparissero chissà dove. Per questo dicevo che si è trasformato in un incubo rock’n’roll e io mi sono ritrovato a far parte di un gruppo che era molto peggio di quello che avevo prima. Le persone non erano leali al concetto stesso di musica che proponevamo. Ho iniziato a pensare che si trattasse di una specie di scherzo, quindi ho capito che non sarei stato in grado di salire sul palco fingendo che mi importasse qualcosa di essere lì: ormai non mi importava più nulla. È stato un po’ imbarazzante perché è un progetto su cui avevo investito molto, ma ci sono cose che la gente non sa, anche sulla realizzazione del disco che ha portato alla luce una serie di problematiche. Non ho detto tutta la verità per coprire gli altri membri del gruppo, e tutto si è riversato su di me alla fine.

Sei rimasto deluso da questa esperienza?

Ero deluso di me stesso perché avevo pensato di riuscire ad avere un altro gruppo, migliore e più dolce di quello che erano stati i Pumpkins. Anche se gli Smashing Pumpkins hanno avuto diversi problemi, il cuore interno del gruppo era molto dolce e tenevamo molto a ciò che stavamo facendo. Volevamo venir fuori dai nostri problemi e superarli, questo ci portava a creare dell’ottima musica. Far parte di un altro gruppo mi faceva sentire come un maiale zoppo. Mi ritengo una persona con un po’ di morale e ciò che succedeva negli Zwan era difficile da vivere: il fatto che il mio nome e i miei soldi venissero usati in mia assenza per un’esistenza dissoluta e rock’n’roll!

 
Scribacchiato da G. D. alle 9:58 AM | Permalink |


3 Comments:


  • At 10:17 AM, Anonymous Anonimo

    Hey! Ciao ho letto la tua mail sulla possibilità di uplodare filmeti propri... e c'ho provato ma il mio picci non riesce a connettersi al sito... davvero mi smbra strano! ho la linea veloce, di questi problemi non dovrebbe darmene... :-( aiuto! che fò? Ah! poi non avevo mai vsto il tuo blog! sei troppo avanti! come si fa a mettere l'ipod?? lo voglio anch'io!!! anche se finto va bene! ma lo voglio! Grazie! Ciao ValeTosi

     
  • At 11:58 AM, Anonymous Diego Gustavo

    Ciao, l'indirizzo esatto di youtube è questo http://www.youtube.com/ io non ho mai provato, ma so che basta cliccare su upload nella pagina principale, ovviamente registrarsi e poi inviare il video. Credo ti diano poi le coordinate esate del tuo video,che successivamente puoi mettere come "embed" cioè come inserto in un tuo post. IO ho usato google video, che però nn so se permette di uploadare filmati propri (ma credo di si). Qui il gioco è più facile, per ogni filmato, nella barra a destra ci sono delle opzioni :

    Playlist - Details - Send - Embed
    More from this provider - Related

    se tu clicchi su Embed ti appare subito sotto, una campo in cui c'è già il codice HTML con il link al video, fai copia e incolli direttamente nel tuo blog!
    Per quanto riguarda l'iPod a lato, proverò a spiegare tutto in un post!
    Ciao!

     
  • At 1:01 AM, Anonymous Mario Robusti

    Povero Billy... spero non degradi fino nella melma puzzolente che sta sul fondo del barile, dove lui è già stato: quando intepretava il bambino stronzo in Supervicky.
    Ormai non ci credo più, ma spero che comunque ci sia un ritorno alle alte vette di Mellon Collie.

    Ciao
    Mario